Salta al contenuto principale

Scienze e Tecniche Psicologiche

Contenuto

_PUBBLICAZIONE GRADUATORIA AMMESSI AD ANNI SUCCESSIVI AL CORSO DI LAUREA PER L'A.A. 2024/2025_

Si comunica che in data odierna è stata pubblicata la graduatoria di ammissione al II e III anno del corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche al seguente link https://www.bandi.unimore.it/StuLau-grad.html

Gli studenti ammessi potranno immatricolarsi dal 10 luglio al 5 agosto, pena l'esclusione dalla graduatoria. 

 

_UNIMORE WEBINAR: SCOPRI I BENEFICI UNIVERSITARI_

L' Ufficio benefici studenti e diritto allo studio ha organizzato dei webinar per le future matricole e per gli studenti già iscritti in cui si parlerà dei benefici universitari.

Di seguito il link con le date in programma: https://www.unimore.it/it/webinar-benefici


 

Classe delle Lauree L-24 - Scienze e Tecniche Psicologiche

Il Corso è a numero programmato. Per l'A.A. 2024/2025 sono disponibili 250 posti.

Informazioni sul Corso 

Bando di Ammissione

Nel campo della psicologia generale, psicobiologia e psicometria si forniranno anzitutto competenze di base di stampo metodologico, relative alla psicologia generale e alle neuroscienze, per poi trattare tematiche più specifiche di psicologia cognitiva, psicobiologia e psicologia delle emozioni. Per quanto riguarda la psicologia dello sviluppo e delle emozioni, corsi di base di psicologia dello sviluppo saranno seguiti da insegnamenti sulla psicologia dell’educazione. Nel campo della psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, dopo un corso introduttivo di psicologia sociale, si introdurranno elementi più specifici nel campo della psicologia dei gruppi e si forniranno elementi base della psicologia del lavoro. La psicologia clinica e dinamica vede insegnamenti sulla teoria e tecniche di psicologia clinica e sulla psicologia dinamica, mirati a fornire le basi della disciplina, integrati successivamente da un corso sulla psicopatologia dello sviluppo.

Lo studente avrà la possibilità da metà percorso, dopo aver acquisito le basi nei vari settori psicologici, di intraprendere il tirocinio pratico valutativo, oltre a ulteriori attività formative a libera scelta (comprendenti attività di tipo teorico o pratico nei contesti) ed esami opzionali, prima di arrivare alla prova finale consistente nella tesi di laurea. Il percorso include anche ampie attività di tutoraggio e orientamento, oltre che la possibilità di accedere ad esperienze di internazionalizzazione.

Lo studente del Corso di studio triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche, in accordo con gli orientamenti condivisi in sede nazionale ed europea dalla comunità scientifico professionale degli psicologi, acquisirà una solida preparazione di base nei principali ambiti di conoscenza della psicologia, nelle metodologie e tecniche utilizzate nella ricerca psicologica e, in parte, anche in ambito psicologico professionale.

 Il percorso formativo si completerà nel corso del triennio con l'acquisizione di conoscenze e tecniche proprie delle materie psicologiche, con particolare riferimento alle conoscenze psicobiologiche e neuroscientifiche alla base dell'attività mentale normale e patologica, nel corso dello sviluppo e nell'età adulta, in contesti sia individuali che sociali.

I laureati possono iscriversi alla Sezione B dell’Albo degli Psicologi (Psicologo Junior) e possono, in collaborazione con uno psicologo iscritto alla Sezione A dell’Albo professionale, operare nell’ambito della prevenzione, della diagnosi e della riabilitazione in strutture pubbliche e private, istituzioni educative, organizzazione del terzo settore, nel contesto di attività psicosociali, di valutazione, di gestione delle risorse umane, di assistenza, di formazione, di promozione della salute.

 Alla fine del triennio potranno proseguire il proprio percorso formativo nel Corso di Laurea Magistrale nella Classe LM-51 – Psicologia, che consente l’iscrizione alla Sezione A dell’Albo degli Psicologi.

Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche devono essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Il Corso è a numero programmato. I candidati dovranno sostenere un test di accesso, da svolgere in modalità TOLC-PSI. In particolare, il test riguarderà una serie di aree:

  • conoscenze di tipo logico-matematico;
  • competenze linguistiche;
  • capacità di problem-solving;
  • capacità di comprensione dei testi, sia in italiano sia in inglese;
  • conoscenze di cultura generale e attualità.

Il tempo concesso per lo svolgimento della prova sarà di circa 2 ore. Lo studente avrà la possibilità di svolgere il test una volta al mese a partire da aprile di ogni anno. Il punteggio ottenuto al test servirà per formulare la graduatoria di merito per l'accesso al corso. I dettagli del test di accesso saranno specificati per ogni anno nello specifico Bando di Ammissione.

Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA)

Gli studenti immatricolati saranno successivamente valutati per verificare l'eventuale presenza di obblighi formativi aggiuntivi nell'ambito di “Scienze e Biologia” attraverso 30 domande a scelta multipla.

Qualora non sia superata la soglia di 15 risposte corrette, lo studente matura un obbligo formativo aggiuntivo. Sono previste delle lezioni disponibili sulla piattaforma e-learning sugli argomenti oggetto di valutazione. Lo studente potrà accedere ad una serie di appelli ad-hoc che verranno programmati nel corso dell'anno per rivalutare la preparazione.

Lo studente che risulti non aver assolto gli OFA entro la data di inizio delle attività didattiche del secondo anno di corso (30 settembre) è iscritto come ripetente al primo anno di Corso.

Al fine di consentire l’assolvimento degli OFA sono previste specifiche attività formative disponibili sulla piattaforma on-line Dolly del Corso di Laurea.

Allegati

Attestazioni di frequenza

Per poter sostenere la verifica finale del profitto e conseguire i CFU relativi a ciascun insegnamento, non sono previsti obblighi di frequenza e la relativa attestazione viene attribuita d’ufficio.

Esami di profitto

Per ciascuna attività formativa è previsto un accertamento conclusivo alla fine del periodo in cui si è svolta l’attività. Nel caso di un insegnamento integrato o comunque articolato in più moduli, l’accertamento del profitto dello studente determina una votazione unica sulla base di una valutazione collegiale, contestuale e complessiva. Con il superamento dell'accertamento conclusivo lo studente acquisisce una votazione espressa in trentesimi o una idoneità, unitamente ai CFU attribuiti all'attività formativa.

Gli accertamenti finali possono consistere in: esame orale o prova scritta o relazione scritta o orale sull'attività svolta oppure test con domande a risposta libera o a scelta multipla o prova di laboratorio o esercitazione al computer. Le modalità dell'accertamento finale, che possono comprendere anche più di una tra le forme su indicate e la possibilità di effettuare accertamenti parziali in itinere, nonché i relativi criteri di valutazione sono indicati prima dell’inizio di ogni anno accademico dal docente responsabile dell'attività formativa. Le modalità con cui si svolge l’accertamento devono essere le stesse per tutti gli studenti e rispettare quanto stabilito all’inizio dell’anno accademico. Le verifiche del profitto si svolgono previo accertamento dell’identità dei candidati e sono effettuate in presenza di pubblico.

Gli eventuali accertamenti in itinere non dovranno apportare turbative alla didattica degli altri insegnamenti e non potranno essere sostitutivi degli accertamenti previsti al comma 1.

Per quanto riguarda l’esame di inglese, gli studenti in possesso di un certificato linguistico di livello B2 possono chiederne il riconoscimento.

I risultati degli stages/tirocini sono normati da apposito regolamento del Corso di Studio pubblicato sul sito del corso.

I risultati dei periodi di studio all’estero verranno verificati/riconosciuti da una apposita commissione che valuterà la coerenza dell’intero piano di studio all’estero con gli obiettivi formativi del Corso di Studi indipendentemente dalla perfetta corrispondenza dei contenuti tra le singole attività formative.

Oltre al minimo di sei appelli per anno solare (inteso come i 12 mesi successivi alla conclusione dell’erogazione dell’insegnamento) per ogni attività formativa, per gli studenti fuori corso possono essere previsti appelli straordinari nei periodi da marzo a maggio e da ottobre a dicembre che saranno resi noti entro 30 giorni dallo svolgimento dell’appello straordinario sul sito di Dipartimento.

Le Commissioni giudicatrici degli esami e delle altre prove di verifica del profitto sono nominate in conformità a quanto previsto dal Regolamento Didattico di Ateneo.

Iscrizione ad anni successivi al primo e decadenza

Per l’iscrizione al secondo anno di corso, non è richiesta l’acquisizione di un numero minimo di CFU ma solo l’assolvimento degli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA), pena la re-iscrizione come ripetente al primo anno.

Lo studente viene iscritto in qualità di studente fuori corso se, avendo acquisito tutte le frequenze previste per il conseguimento del titolo accademico, non ha conseguito tutti i CFU previsti.

Lo studente decade dallo status di studente qualora non sostenga alcun esame di profitto per otto anni accademici consecutivi. Nel caso in cui lo studente abbia sostenuto tutti gli esami e sia in difetto della sola prova finale non incorre nella decadenza agli studi.

Iscrizione a tempo parziale

Il Corso di Stdio prevede l’iscrizione a tempo parziale per gli studenti che ne facciano domanda per comprovate ragioni personali, economiche o sociali, per tutti gli anni di corso. Tale regime prevede un impegno pari alla metà di quanto previsto per l’anno di corso di riferimento, fermi restando gli eventuali obblighi di frequenza di cui al successivo art. 5 c. 6. L’opzione resta ferma per due anni accademici.

Iscrizione a corsi singoli

Agli interessati che siano in possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso al corso nel quale è impartito l’insegnamento è consentita l’iscrizione a singoli insegnamenti attivati presso il corso di studio.

Obiettivi formativi specifici

ll Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche si propone di fornire i fondamenti teorici e le competenze di base della psicologia e di settori affini, utili per comprendere il comportamento degli individui, dei gruppi e delle organizzazioni sociali. Tali contenuti e competenze comprendono:
- fondamenti teorici di tutte le aree disciplinari della psicologia, con riferimento particolare a: psicologia generale, psicobiologia e psicometria; psicologia dello sviluppo e dell'educazione; psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni; psicologia clinica e dinamica;
- competenze metodologiche adeguate per affrontare la ricerca nei settori psicologici, includendo anche competenze informatiche;
- competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
- conoscenze di carattere interdisciplinare, relative a biologia, statistica, criminologia, pedagogia, psicologia dello sport;
- adeguate abilità, scritte e orali, nella lingua inglese;
- conoscenze di base relative alle caratteristiche dei contesti lavorativi in cui opera lo psicologo, anche alla luce dell'adeguamento della disciplina indicata nell'art. 5 del decreto interministeriale n. 654 del 5 luglio 2022.

Nel campo della psicologia generale, psicobiologia e psicometria si forniranno anzitutto competenze di base di stampo metodologico, relative alla psicologia generale e alle neuroscienze, per poi trattare tematiche più specifiche di psicologia cognitiva, psicobiologia e psicologia delle emozioni. Per quanto riguarda la psicologia dello sviluppo e delle emozioni, corsi di base di psicologia dello sviluppo saranno seguiti da insegnamenti sulla psicologia dell’educazione. Nel campo della psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, dopo un corso introduttivo di psicologia sociale, si introdurranno elementi più specifici nel campo della psicologia dei gruppi e si forniranno elementi base della psicologia del lavoro. La psicologia clinica e dinamica vede insegnamenti sulla teoria e tecniche di psicologia clinica e sulla psicologia dinamica, mirati a fornire le basi della disciplina, integrati successivamente da un corso sulla psicopatologia dello sviluppo. Altri insegnamenti coprono attività affini e integrative anche di stampo disciplinare, come un corso iniziale volto a fornire basi di informatica e ricerca bibliografica, statistica (in questo caso con un ulteriore corso focalizzato sulla ricerca psicobiologica), criminologia, conoscenza della lingua inglese. Lo studente avrà la possibilità da metà percorso, dopo aver acquisito le basi nei vari settori psicologici, di intraprendere il tirocinio pratico valutativo, oltre a ulteriori attività formative a libera scelta (comprendenti attività di tipo teorico o pratico nei contesti) ed esami opzionali, prima di arrivare alla prova finale consistente nella tesi di laurea. Il percorso include anche ampie attività di tutoraggio e orientamento, oltre che la possibilità di accedere ad esperienze di internazionalizzazione).

Modalità di erogazione della didattica

Il percorso formativo si avvale di una metodologia di erogazione della didattica mista ed è orientato all'acquisizione di un'adeguata padronanza di metodi e conoscenze che costituiscono il prerequisito dei successivi approfondimenti e applicazioni professionali caratterizzanti la prosecuzione del percorso formativo nelle Lauree magistrali di ambito psicologico.

La modalità blended di erogazione della didattica prevede l'affiancamento della didattica in presenza (lezioni frontali in aula) a didattica a distanza, erogata attraverso la rete.

Il modello blended coinvolge tutti gli insegnamenti del Corso di studio, eccetto quelli di natura tecnico-pratica, laboratoriale o esperienziale basato su una progettazione ad-hoc.

L'esame finale di profitto della singola disciplina viene svolto esclusivamente in presenza presso la sede del Corso di Laurea di Reggio Emilia, secondo le modalità indicate nel Regolamento Didattico vigente e secondo le indicazioni del docente.

Piani di Studio

Gli studenti possono presentare un piano di studio che deve essere in ogni caso conforme all’ordinamento didattico del corso di studi dell’anno accademico di immatricolazione.
Le attività formative autonomamente scelte dallo studente, purché coerenti con il progetto formativo ai sensi dell’articolo 10, comma 5, lettera a) del D.M. 270/2004, potranno essere scelte tra tutte quelle offerte dal Corso di Laurea e/o presso altri Corsi di Laurea afferenti allo stesso Dipartimento purché non già inseriti nel proprio piano di studi e senza sovrapposizione, anche parziale, dei contenuti d’esame, oppure presso altri Dipartimenti dell’Ateneo, previa autorizzazione da parte di apposita Commissione del Corso di Laurea.
Tali attività sono registrate con il voto e il numero di CFU che a loro compete.
E' possibile visualizzare il piano di studi selezionando, nel menu a tendina in alto, l'anno accademico della coorte di immatricolazione.

 

Attività formative a scelta dello studente (tra 18 e 99 CFU)

Lo studente deve acquisire almeno 18 CFU a libera scelta di cui:

  • almeno 8 CFU con esami che prevedono una prova di verifica finale scelti tra quelli attivati dal Corso di Laurea o da altri Corsi di Laurea triennali (purché affini al percorso di studi);
  • al massimo 10 CFU con attività formative a libera scelta (es. seminari, laboratori, progetti, convegni ecc.).

Nel caso in cui lo studente scelga di sostenere esami offerti da Corsi di Laurea attivati da altri Dipartimenti deve presentare apposita richiesta di autorizzazione.

Gli esami a libera scelta possono essere sostenuti:

- al III anno per gli studenti immatricolati fino all'A.A. 2022/2023;
- dal II anno per gli studenti immatricolati dall'A.A. 2023/2024.

Di seguito, si riportano i casi di incompatibilità,  per sovrapposizione di contenuti con esami già presenti nel piano di studi:

  • Psicologia generale e Basi Neuro-cognitive dell'apprendimento;
  • Psicologia dello sviluppo e dell'educazione;
  • Psicologia cognitiva negli ambiti digitali;
  • Psicopatologia nei contesti digitali;
  • Psicologia generale;
  • Psicologia dei processi cognitivi;
  • Introduzione alla statistica per le Scienze economiche e sociali.

Le attività formative a libera scelta possono essere sostenute a partire dal I anno di corso.

E’ possibile effettuare richiesta di riconoscimento di esami pregressi o in fase di immatricolazione o in una fase successiva scaricando l'apposito modulo "Riconoscimento attività didattiche" presente sul sito di Unimore e inviandolo all’Ufficio della Segreteria Studenti del Corso di Laurea tramite e-mail al seguente indirizzo: segrstud.psicologia@unimore.it.
Per la richiesta di convalida di esami pregressi è previsto il pagamento di un contributo spese di € 55. 
Per una valutazione informale è possibile inviare una mail alla Segreteria Didattica del Corso di Laurea all'indirizzo didattica.psicologia@unimore.it  allegando l'elenco degli esami sostenuti nella carriera pregressa con i relativi CFU e SSD (Settore Scientifico Disciplinare).
Le domande saranno valutate in base ai criteri di convalida adottati da apposita Commissione nominata dal Consiglio del Corso di Laurea.

Calendario delle lezioni A.A. 2024/2025

Le attività didattiche sono organizzate in semestri in base al seguente calendario:

- I semestre: dal 27.09.2024 al 20.12.2024*
- II semestre: dal 03.03.2025 al 30.05.2025**

* si precisa che le lezioni del primo e terzo anno di corso si tengono presso la sede di Parma, mentre le lezioni del secondo anno si tengono presso la sede di Reggio Emilia;

** si precisa che le lezioni del primo e terzo anno di corso si tengono presso la sede di Reggio, mentre le lezioni del secondo anno si tengono presso la sede di Parma.

L'attività didattica viene sospesa nelle seguenti date:
- 24.11.2024 (Santo Patrono di Reggio Emilia) per il 1° e il 3° anno di corso
- dal 23.12.2024 al 06.01.2025 (sospensione periodo Natale)
- 13.01.2025 (Santo Patrono di Parma)
- dal 17.04.2025 al 22.04.2025 (sospensione periodo Pasquale)

Calendario degli esami A.A. 2023/2024

Le sessioni d'esame si svolgono nei seguenti periodi:

- Sessione invernale: dal 07.01.2024 al 27.02.2024
Sessione estiva: dal 03.06.2024 al 31.07.2024
Sessione autunnale: dal 30.08.2024 al 25.09.2024

Calendario degli esami A.A. 2024/2025

Le sessioni d'esame si svolgono nei seguenti periodi:

- Sessione invernale: dal 08.01.2025 al 28.02.2025
Sessione estiva: dal 03.06.2025 al 31.07.2025
Sessione autunnale: dal 29.08.2025 al 25.09.2025

Il tirocinio accademico pre-lauream è esperienza formativa professionalizzante di 250 ore, pari a 10 cfu, obbligatoria per tutti gli studenti iscritti.

La finalità del tirocinio consiste nel mettere il tirocinante in contatto con una struttura in cui osservare in modo critico, con la supervisione e con il sostegno di un tutor, le attività svolte, senza interventi diretti da parte del tirocinante stesso. Allo scopo di perfezionare la propria preparazione pratico/teorica il tirocinante affianca il tutor del soggetto ospitante in attività qualificate e finalizzate esclusivamente alla sua formazione. Tali attività consentiranno al tirocinante di coniugare la preparazione teorica acquisita con competenze tipiche dei diversi ambiti di applicazione della Psicologia.

Più nello specifico, gli obiettivi del tirocinio consistono in:
1) conoscenza della Struttura ospitante: modalità di lavoro, organizzazione del personale, tipologia di utenti;
2) osservazione delle modalità di lavoro caratterizzanti la struttura; affiancamento del tutor nelle sue attività;
3) partecipazione a riunioni di equipe e incontri di supervisione con il tutor, per sviluppare la capacità riflessiva sull’esperienza.

Con riferimento al codice etico, l’eventuale contatto diretto con pazienti-utenti-clienti deve essere sempre supervisionato dal tutor del soggetto ospitante e farà riferimento alle norme etiche che regolano la professione dello psicologo. Lo stesso vale anche per eventuali attività di ricerca svolte nell’ambito del tirocinio.

Lo studente si avvale della presenza delle seguenti figure:

  • Soggetto promotore: Università di Modena e Reggio Emilia, ovvero il soggetto che promuove l’esperienza di tirocinio controllandone i contenuti e lo svolgimento, assumendo così la responsabilità della qualità e della regolarità dell’esperienza.
  • Responsabile per i Tirocini: un docente incaricato dal Corso di laurea che ha la funzione di verificare la qualità delle proposte di tirocinio offerte dalle strutture e supervisionare l’intero processo.
  • Tutor Accademico: ogni docente afferente al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche.
  • Soggetto ospitante: organizzazioni ed enti pubblici o privati, liberi professionisti, presso i quali si svolge il tirocinio.
  • Tutor del soggetto ospitante: psicologo o altra figura professionale che assume la funzione di responsabile dell’inserimento del tirocinante all’interno del soggetto ospitante e ne supervisiona le attività formative.
  • Ufficio Stage: ufficio del Dipartimento di Scienze Biomediche , Metaboliche e Neuroscienze, che si occupa della gestione amministrativa e burocratica dei tirocini.

Docente referente: Prof.ssa Alessia Cadamuro (alessia.cadamuro@unimore.it)

Tutorato

Il tutorato è un servizio offerto dall'Ateneo, con l'obiettivo di orientare ed assistere studenti e studentesse lungo tutto il percorso formativo, per supportare una completa inclusione e partecipazione alle attività formative, rimuovendo gli ostacoli e le difficoltà legate all'inserimento nel mondo universitario e alla gestione della carriera di studio. 

Il Corso di Laurea prevede un servizio di tutorato rivolto agli studenti per supportarli nel percorso universitario, aiutarli ad orientarsi e sostenerli nelle tappe di studio fino all’avvio nel mondo del lavoro. Uno degli obiettivi è quello di supportare una completa inclusione e partecipazione alle attività formative, rimuovendo gli ostacoli e le difficoltà legate all'inserimento nel mondo universitario e alla gestione della carriera di studio. 

Il servizio ha anche lo scopo di ridurre l’abbandono degli studi e accelerare i tempi di conseguimento del titolo.

L’attività di tutorato può essere svolta sia dagli stessi docenti universitari, sia dagli studenti universitari iscritti ad anni successivi al primo, che rispettino i requisiti richiesti di Atenei, sia da tutor disciplinari a cui è stato conferito, tramite apposito bando di selezione, l'incarico di didattica integrativa.

Il docente del Corso di Laurea referente del servizio di tutorato svolge principalmente le seguenti attività:

  • assiste lo studente nelle scelte relative al percorso di studi relativamente a insegnamenti, i piani di studio, CFU a scelta;
  • pianifica insieme allo studente gli esami di profitto e lo supporta nello studio, nell' approfondimento degli argomenti e nella preparazione del materiale, esercitazioni;
  • organizza giornate di orientamento post-laurea per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Docente referente: Prof.ssa Maristella Scorza (maristella.scorza@unimore.it)

Il tutor d’aula è uno studente iscritto ad anni successivi al primo che svolge le seguenti attività:

  • agevola la comunicazione da/per docente fungendo da mediatore;
  • dà supporto alle procedure didattico-amministrative;
  • fornisce informazioni sulle strutture di riferimento per gli studenti (biblioteche, sale studio, ufficio stage, ecc.).

Il tutor disciplinare è un esperto dei contenuti ed ha una formazione sugli aspetti tecnico-comunicativi della didattica on line. Il loro compito è quello di:

  • collaborare con i docenti del Settore Scientifico Disciplinare (SSD) di loro afferenza per la corretta predisposizione dei materiali didattici;
  • svolgere attività didattica nelle classi virtuali o comunque mediante l’uso della piattaforma online del Corso di Laurea;
  • favorie il corretto svolgimento e monitoraggio delle attività didattiche a distanza effettuate dagli studenti;
  • supportare gli studenti nella comprensione dei contenuti e nello sviluppo di elaborati, esercitazioni ed attività laboratoriali;
  • stimolare e supportano le forme di collaborazione on line basate su strumenti sincroni e asincroni;
  • supportare il docente, a richiesta del medesimo, nelle attività di verifica della preparazione degli studenti e possono partecipare alle sessioni d’esame in qualità di membro della commissione d’esame.

 

SCAMBI INTERNAZIONALI

Gli studenti sono incentivati a aderire alle iniziative di mobilità internazionale definite a livello di Ateneo promosse dal corso di studio.

Le attività formative sostenute all’estero verranno riconosciute dal docente responsabile dello scambio, che proporrà al Consiglio di corso di studio le modalità di riconoscimento. Per i riconoscimenti, si tiene conto della coerenza complessiva dell’intero piano di studi seguito all’estero con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea, non necessariamente della perfetta corrispondenza di contenuti tra le singole attività formative.

Il Corso di Laurea ha attivato diverse convenzioni con sedi partner estere  grazie alle quali gli studenti possono partecipare ai bandi relativi al Progetto ERASMUS+ e al Progetto TRAINEESHIP.

Gli studenti provenienti da università estere con programmi di scambio (studenti incoming) prendono contatti con l'ufficio mobilità studentesca, che invia le prime informazioni relative al nostro ateneo, al funzionamento dei corsi e delle piattaforme online di supporto alla didattica.

La Referente della Commissione Erasmus del Corso di Laurea garantisce a tutti gli studenti incoming , tramite incontri individuali e/o di gruppo un supporto durante la loro permanenza che li aiuta a recepire tutte le informazioni logistiche necessarie a capire il funzionamento dei corsi del Corso di Laurea al quale sono iscritti e a superare le prime difficoltà di inserimento.

Si è anche attivato un sistema di tutorship degli studenti incoming, ognuno dei quali avrà affiancato uno studente Unimore come tutor per aspetti sia interni che esterni all’università.

Per gli studenti in uscita, la Referente della Commissione mette in contatto studenti Unimore rientrati dalle università partner con i nuovi studenti in partenza per gli stessi atenei: ciò al fine di promuovere un orientamento fattivo basato sull'esperienza acquisita dai precedenti outgoing. La stessa Referente, poi, orienta e consiglia rispetto alla formulazione del Learning Agreement, in accordo con i docenti responsabili dei corsi. Una volta all'estero, gli studenti vengono monitorati durante il semestre/i, per verificare potenziali modifiche nel Learning Agreement e predisporre le relative convalide al rientro.

Docente referente: Prof.ssa Angela Ciaramidaro (angela.ciaramidaro@unimore.it)

 

Il trasferimento da altri corsi di studio della stessa classe è consentito senza alcuna verifica delle conoscenze e competenze possedute, fino ad esaurimento dei posti disponibili, indicati su apposito bando di ammissione ad anni successivi al primo. 

Il trasferimento da altri corsi di studio appartenenti a classe diversa è subordinato al superamento della prova di ammissione di cui all’Art. 2, comma 1 presentando l’apposita domanda entro le scadenze previste dal bando di ammissione.

L’eventuale riconoscimento dei CFU avverrà ad opera del Consiglio del Corso di Studio secondo i seguenti criteri:

  1. se lo studente proviene da un Corso di studio della medesima classe, la quota di CFU relativi al medesimo settore scientifico disciplinare direttamente riconosciuta è non inferiore al 50%. Ulteriori riconoscimenti o mancati riconoscimenti saranno adeguatamente motivati dal Consiglio del Corso di Studio ;
  2. se lo studente proviene da un Corso di Studio appartenente ad una classe diversa, la quota di CFU relativi al medesimo settore scientifico disciplinare direttamente riconosciuta è non inferiore al 50%. Ulteriori riconoscimenti o mancati riconoscimenti saranno adeguatamente motivati dal Consiglio del Corso di Studio .

Nel caso in cui sussistano specifiche convenzioni, il riconoscimento di crediti acquisiti presso altre università italiane o straniere può essere determinato in maniera automatica, compatibilmente con quanto previsto dai regolamenti di ateneo e dalla normativa vigente in materia.

In caso di convalida integrale di un esame sostenuto e dei crediti acquisiti, viene confermato il voto originario.

La prova finale consiste nella presentazione di un elaborato scritto; è un lavoro individuale, che può configurarsi come ricerca o come rassegna di studi già esistenti. L'elaborato deve dimostrare il pieno possesso delle conoscenze di base acquisite durante il triennio e la capacità di articolare un discorso coerente, critico e costruttivo su un problema particolare. Deve dimostrare altresì una buona padronanza della documentazione sul tema trattato. Può prendere spunto dalle attività di tirocinio, ma non deve comunque costituire una semplice riproposizione della relazione finale del tirocinio. 

Le modalità di svolgimento e di attribuzione del voto finale sono le seguenti: 

- l’elaborato scritto non verrà discusso oralmente; 

- all’elaborato verranno assegnati da 0 a 5 punti; 

- verranno assegnati un massimo di 5 punti bonus: 

  • 1 punto per gli studenti in corso; 
  • 1 punto per chi ottiene 3 o più lodi;
  • 1 punto per chi ha fatto un’esperienza all’estero (Erasmus); 
  • da 0 a 1 punto, a discrezione del relatore, per chi scriverà l’elaborato in inglese; 
  • 1 punto attribuibile a tutti coloro che svolgono il ruolo di Rappresentanti e che abbiano partecipato alla formazione e che soddisfino i requisiti previsti nell’ambito del “Progetto Empowerment” di Ateneo. 

L’elaborato finale può essere redatto in una lingua straniera, preventivamente concordata con il Presidente del Corso di Laurea e su indicazione del docente o ricercatore che funge da relatore. In questo caso deve essere predisposto anche un riassunto esteso del lavoro in lingua italiana. 

Per ogni studente è nominato un relatore, scelto tra il personale docente del Corso di Laurea o tra il personale docente afferente ai Dipartimenti di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze di UNIMORE o di Neuroscienze di UNIPR, incaricato di seguire lo studente nell’elaborazione della prova finale. Si precisa che la scelta del relatore tra docenti o ricercatori afferenti al Dipartimento di Neuroscienze di UNIPR riguarda solo gli studenti fino alla Coorte A.A. 2023/2024. Si precisa che è possibile scegliere come relatore un docente esterno ai Dipartimenti sopra indicati, purché lo studente abbia sostenuto con quest’ultimo almeno un esame di profitto. Anche in questo caso, la scelta di un relatore afferente ad un altro Dipartimento UNIPR riguarda solo gli studenti fino alla Coorte A.A. 2023/2024. L’assegnazione degli argomenti e l’individuazione del relatore avvengono non oltre 3 mesi prima dalla data della presunta sessione di Laurea. 

Lo studente può consultare sulla piattaforma online del Corso di Studi, i possibili argomenti delle varie aree disciplinari su cui elaborare la tesi di laurea. 

Le commissioni giudicatrici per la prova finale sono nominate dal Direttore del Dipartimento e sono composte da 5 membri, con un numero massimo di cultori della materia di 3 unità e la nomina di un supplente per ogni sessione di laurea.

Il Presidente è il responsabile della qualità del Corso di studio. Sotto la sua direzione e in coordinamento con il Consiglio di corso e la Commissione Qualità del Dipartimento, vengono svolte le attività di assicurazione della qualità, documentate nella Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA- CdS) e nei Rapporti di Riesame.

Gli obiettivi dell’assicurazione della qualità sono definiti dal Consiglio di corso di studio in coerenza con le politiche della qualità stabilite a livello di Ateneo e di Dipartimento. 

Il Presidente è affiancato nelle attività di assicurazione della qualità da un gruppo di gestione (coincidente con il gruppo di riesame) che include obbligatoriamente una componente studentesca. 

Presso il Dipartimento è istituita la Commissione paritetica docenti-studenti, che svolge attività di monitoraggio dell’offerta formativa e della qualità della didattica, nonché dell’attività di servizio agli studenti da parte dei professori e dei ricercatori; individua indicatori per la valutazione dei risultati delle stesse e formula pareri sull’attivazione e soppressione dei corsi di studio. La Commissione, basandosi sull’analisi della SUA-CdS, dei Rapporti di Riesame e di altre fonti, redige annualmente e pubblica per ciascun Corso una relazione in cui viene valutata la qualità dei progetti di corso di studio.

Si avvisano gli studenti e tutti gli interessati al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche che per informazioni, dubbi e chiarimenti bisogna rivolgersi ai seguenti uffici:

- Segreteria didattica (per informazioni su: didattica, utilizzo piattaforma online del Corso di Laurea Dolly, orari di lezione, appelli d'esame, ecc..):

  • telefono: 0522/523672; 0522/523113; 059 2055008;
  • email: didattica.psicologia@unimore.it
  • ricevimento (è preferibile fissare un appuntamento) in Viale Timavo 93 - Seminario Vescovile (RE) o in Viale Allegri 9 - Palazzo Dossetti (RE).

- Segreteria Studenti (per informazioni su: procedure amministrative, immatricolazioni, tasse, benefici, domanda conseguimento titolo, ecc..)